Social network ed anziani, combattere la depressione e la demenza

" Una nuova ricerca ha definito l'importanza dei social network per gli anziani, definendoli dei veri e propri integratori sociali. Scopriamone di più assieme! "

Data: 25/10/18 | Vista: 78

Social network ed anziani, combattere la depressione e la demenza

Social network ed anziani, un modo per non isolarsi

Sebbene in molti contesti i social network siamo demonizzati, pare che per anziani i social siano un ottimo volano per evitare di isolarsi, specie quando  particolari condizioni fisiche non consentono di uscire molto da casa. A sostegno di ciò, c'è uno studio del 2011 dell'Università del Michigan, poi pubblicato sul Journals of Gerontology. 

A breve approfondiremo quanto emerso da questo studio americano; intanto ti ricordiamo che il nostro staff è a tua disposizione per darti tutte le informazioni che desideri in merito a Villa Max. Contattaci subito, ti risponderemo in brevissimo tempo! 

Il campione analizzato per la ricerca

L'Università del Michigan ha svolto questa ricerca nel 2011, prendendo in esame un campione di 3400 soggetti over 65. A questi è stato chiesto di illustrare le loro dinamiche quotidiane, l'insorgenza pregressa o attuale della depressione, la presenza di patologie dolorose e, più in generale, la partecipazione sociale ad attività varie.

Dai risultati scaturiti si evince che i soggetti che presentano malattie dolorose (artrite, osteoporosi, ecc.) sono maggiormente inclini a restare in casa, evitando attività fuori, anche se apprezzate, poiché sarebbe troppo faticoso gestire o sopportare i dolori derivanti. Ciò, tendenzialmente, potrebbe portare ad un isolamento sociale e/o alla depressione, ma si è notato che gli anziani che usano i social network tendono ad arginare tali conseguenze, poiché, anche se in forma virtuale, riescono a sentirsi parte di una comunità. 

I benefici cognitivi e psicologici degli anziani che usano i social

Dunque, sebbene bloccati in casa dal dolore, gli anziani che usano i social riescono a partecipare ad attività virtuali senza sforzo, entrando a far parte delle community di Facebook, Instagram, Twitter, ecc., con in più la possibilità di rimanere in contatto con i propri familiari ed amici, specie su Whatsapp. Ciò va a designare un circolo virtuoso che porta dei benefici a livello psicologico, evitando che l'anziano si isoli completamente o che entri in uno stato di depressione. 

Ma non solo: imparare ad usare uno strumento tecnologico ed impiegarlo nel quotidiano, vuol dire mantenere attivo il cervello ed allontanare il rischio di demenza senile. 

Cerchi assistenza per una persona anziana? Scopri la nostra residenza per anziani vicino Roma Nord e Viterbo facendo un tour virtuale oppure contattaci: siamo a disposizione per rispondere a tutte le tue domande! 

Richiedi Informazioni

"Social network ed anziani, combattere la depressione e la demenza "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?