Salute mentale anziani e videogiochi, la ricerca

" I videogiochi con realtà virtuale possono favorire la salute mentale degli anziani. A dirlo, una ricerca condotta negli Stati Uniti. Ecco tutti i dettagli. "

Data: 21/6/14 | Vista: 1068

Salute mentale anziani e videogiochi, la ricerca

Anziani: i videogiochi a realtà virtuale riescono a migliorare la salute mentale

Anziani e videogiochi sembra un binomio che difficilmente può andare d'accordo e invece, stando ai risultati di una ricerca condotta negli Stati Uniti, questi possono riuscire a favorire la loro salute mentale.

Salute mentale degli anziani: i videogiochi che stimolano le abilità cognitive

Stando ai risultati della ricerca condotta da Cay Anderson-Hanley dell'Healthy Aging and Neuropsychology Lab di New York alcuni videogiochi possono riuscire ad apportare benefici alla salute mentale degli anziani persino superiori rispetto a quelli della tradizionale attività fisica.

Questi videogiochi, in particolare, sarebbero i cosiddetti extragame quelli che propongono cioè esercizi in realtà virtuale: proponendoli agli anziani si riuscirebbe a ottenere, oltre al beneficio fisico connesso all'attività fisica, anche una riduzione del processo di declino cerebrale.

La ricerca

La ricerca che ha messo in relazione la salute mentale degli anziani e questi particolari  videogiochi è stata condotta per 3 mesi su un gruppo composto da 101 partecipanti di età compresa tra i 58 e i 99 anni.

Prima dell'inizio del progetto è stato somministrato loro un test per valutare le abilità mentali in 4 specifici settori: la pianificazione, il problem solving, l'attenzione e la memoria. Questo test è stato riproposto loro anche prima di iniziare l'esercizio e un mese dopo il termine del progetto.

Gli anziani coinvolti, in particolare, sono stati divisi in 2 gruppi:

  • un gruppo ha avuto a disposizione una cyclette e ha pedalato immerso nella realtà virtuale gareggiando contro un avatar basato sui loro migliori risultati;

  • un altro gruppo ha gareggiato contro il medesimo avatar senza, però, essere immerso nella realtà virtuale.


I risultati dei test cognitivi sulla salute mentale dei partecipanti hanno dato risultati strabilianti: il gruppo che aveva gareggiato in realtà virtuale aveva avuto una riduzione del 23% del decadimento mentale rispetto al gruppo che aveva praticato soltanto attività fisica.

Questi risultati hanno stimolato numerosi dibattiti e ancora non è stato chiarito pienamente come questi extragames siamo riusciti a stimolare a tal punto il cervello dei partecipanti da riuscire a ridurre il decadimento delle loro abilità cognitive.

Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti e magari iniziare a familiarizzare con i videogiochi così da aiutare anche il nostro cervello a mantenersi più in forma!


La nostra casa di riposo per anziani prevede numerose attività che mirano a stimolare il fisico e la mente dei nostri ospiti. Scopritele nella sezione dedicata ai servizi e contattateci per fissare un appuntamento!


Richiedi Informazioni

"Salute mentale anziani e videogiochi, la ricerca "

Voto: 5 su 5
di 2 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?