Conserve fatte in casa, le linee guida del Ministero della Salute

" Ami preparare le conserve fatte in casa? Non perderti i consigli del Ministero della Salute per prepararle riducendo il rischio di infezioni alimentari! "

Data: 14/12/15 | Vista: 808

Conserve fatte in casa, le linee guida del Ministero della Salute

Conserve fatte in casa: i consigli del Ministero della Salute

I nonni e le nonne sono spesso i detentori di antiche tradizioni e abitudini culinarie che le generazioni successive, purtroppo, hanno un po' perso. La preparazione di gustose conserve fatte in casa, per esempio, è una di queste. Prepararle in modo corretto, però, è essenziale perché permette di ridurre il rischio di infezioni alimentari.

Continua a leggere per scoprire i consigli del Ministero della Salute e se hai bisogno di una casa di riposo, siamo a tua disposizione: contattaci!

Le 10 regole del Ministero della Salute per la preparazione delle conserve fatte in casa

Prima di tutto, l'igiene delle mani!

Lavarsi bene le mani è importantissimo: bisogna farlo, in particolare, prima di toccare gli alimenti che diventeranno poi i protagonisti delle conserve alimentari.

L'igiene della cucina e degli utensili

La candeggina è ottima per la pulizia delle superfici e degli utensili che andranno utilizzati per la preparazione delle conserve ma presenta degli inconvenienti: tende, infatti, a rovinare le superfici metalliche. È necessario, tuttavia, scegliere dei detergenti con potere disinfettante così da ridurre il rischio che il cibo venga contaminato dai batteri.

Frutta e verdura di stagione

La scelta delle materie prime è fondamentale: scegliere, per esempio, frutta e verdura di stagione di prima qualità assicura delle conserve più saporite e gustose. Al momento della preparazione delle conserve alimentari, è necessario lavare bene gli alimenti e privarli delle eventuali parti danneggiate.

Scegli pentole in acciaio inox per la cottura!

Molte conserve fatte in casa necessitano della cottura degli alimenti. Le pentole in acciaio inossidabile sono le migliori perché evitano contaminazioni di metalli durante la cottura.

Contenitori in vetro, ottimi per le conserve fatte in casa!

Avere a disposizione dei contenitori in vetro è l'ideale per le conserve fatte in casa perché questo materiale assicura una buona conservazione degli alimenti e può essere pulito in poche semplici mosse. Per la corretta conservazione degli alimenti, in particolare, è consigliata la pastorizzazione: una tecnica che aiuta a ridurre la carica batterica e il rischio di infezioni.

Scopri tutti i suggerimenti del Ministero della Salute scaricando l'opuscolo in fondo all'articolo e se hai bisogno di una casa di riposo, siamo a tua disposizione: contattaci!

Scarica il file PDF

Scarica il file PDF

Richiedi Informazioni

"Conserve fatte in casa, le linee guida del Ministero della Salute "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?