Ansia negli anziani, come comportarsi e come gestirla

" Come comportarsi con l'ansia negli anziani? E come gestire al meglio la situazione cercando di aiutare il soggetto? Ne parliamo nel nostro approfondimento di oggi. "

Data: 26/10/18 | Vista: 83

Ansia negli anziani, come comportarsi e come gestirla

Ansia negli anziani: quando preoccuparsi?

Quando l'ansia negli anziani deve destare sospetto? Quando prendere i provvedimenti prima che la situazione degeneri? In realtà, non sempre è lampante la cosa. Infatti, i soggetti che già in età adulta mostrano una tendenza all'ansia, quasi sicuramente da anziani avranno delle fissazioni mentali “normali”, ma che potrebbero acuirsi in specifiche situazioni. Ma anche chi non ha mai sofferto d'ansia, può svilupparla nella terza età.

Nel nostro approfondimento di oggi cercheremo di delineare concisamente la situazione, così da comprendere quali sono le azioni da compiere per gestire al meglio la situazione. Intanto, se cerchi assistenza per una persona anziana nella zona di Roma Nord o di Viterbo, contattaci: ti daremo tutte le informazioni che desideri sulla nostra residenza per anziani. 

Le cause dell'ansia negli anziani

L'ansia senile può derivare da molteplici situazioni, pertanto non sempre è facile riuscire a delinearne subito l'origine. Così come dicevamo in apertura, chi ha sempre sofferto d'ansia può mostrare la stessa afflizione anche durante la terza età, addirittura in forma ampliata. 

In linea generale, però, possiamo dire che le cause principali sono dovute alla fine dei rapporti lavorativi; all'isolamento sociale; ai dolori cronici causati da talune patologie; alla minore autonomia; alla perdita di persone care; ecc. Queste e altre situazioni possono portare l'anziano a soffrire di ansia e, nei casi più gravi, di depressione senile. 

Come gestire un anziano con l'ansia

Così come accade per ogni tipo di patologia psicologica, è importante capire cosa provoca ansia nell'anziano, se questa si manifesta in particolari periodi dell'anno o in determinate circostanze o in concomitanza con l'assunzione di un farmaco specifico. Quest'ultimo caso, infatti, non va mai sottovalutato, in quanto accade spesso che siano proprio alcuni medicinali a portare l'ansia quale controindicazione. 

Il consiglio è quello di osservare l'anziano e di parlare con lui, invitandolo ad aprirsi circa le sue paure e necessità. Se non ci riesce a comprendere il caso, è bene fare affidamento sul proprio medico curante, che saprà indirizzarlo presso uno specialista. 

Per ciò che concerne le terapie per gli anziani ansiosi, molto spesso anche dei semplici tranquillanti possono essere utili, ma devono essere presi sotto stretto controllo medico. Utile si rivela il training autogeno e lo yoga meditativo, ma nei casi più gravi solo la psicoterapia può realmente dare una svolta alla situazione.

Cerchi assistenza per una persona anziana? Contattaci

Richiedi Informazioni

"Ansia negli anziani, come comportarsi e come gestirla "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?